Bio

                       

Davide Marani

ENGLISH VERSION BELOW

Armatevi di pazienza ed una tazza di the... ce n'è abbastanza da leggere... ;-)

Sono nato a Cesena il 10 agosto 1973, e subito da piccolo ho sviluppato un interesse verso la musica, che ha portato i miei genitori ad iscrivermi al Conservatorio di Musica B. Maderna dove ho studiato oboe, diplomandomi nel 1993.

Nel frattempo provavo interesse verso altri strumenti, che ho poi imparato da autodidatta, quali la tastiera, la chitarra acustica ed il basso.

Nel 1990 inizio per gioco a fare 'il piano-bar', passione natami vedendo i musicisti di allora suonare nei pubs.

Inizio con una Roland E-5 suonando tutto rigorosamente dal vivo. Di lì a poco arrivarono le basi, i midi-files, ma non ne ho MAI utilizzato alcuno. La musica DAL VIVO deve essere SUONATA, poche storie. Ma la Roland aveva dei limiti, che mi portarono a passare ad una tastiera totalmente programmabile, la Solton MS5, marchio che mi sono portato dietro negli anni (anche se poi ha cambiato nome in Ketron, dai laboratori in cui viene progettata), fino ad oggi, e con la mia tastiera posso veramente fare di tutto, dalla musica italiana d'autore al rock... non sto a citare i nomi degli artisti per quanti sono...

Nel 1996, suonando un brano dei Depeche Mode durante una serata, faccio la conoscenza di due ragazzi, che mi faranno approdare, rendendomi cantante di un loro progetto, nel mondo discografico, senza troppa fortuna, ma mi darà la possibilità di fare conoscenze interessanti. 

I Countermove hanno un singolo ed un video che va davvero forte in radio e su TMC2, Myself Free, ma l'album pronto non vedrà mai la luce...  Però come dicevo prima questa esperienza mi porta a lavorare per 5 anni all'Altro Mondo Studios di Rimini, dove vedo passare e faccio la conoscenza di diversi DJs dell'epoca (lo stesso resident Luca Belloni, Tony H, Gianni Vancini, altri che non ricordo ma) fra tutti Gigi D'Agostino, col quale nasce una collaborazione che mi vede cantante ed autore/co-autore di alcuni brani. L'esperienza in studio diventa davvero un allenamento che si rivelerà un tesoro per la mia formazione.

Mentre accade tutto ciò continuo le mie serate, abbandonando però l'oboe :-( .

Nel 2006/7 ho la fortuna di far parte di uno dei locali più prestigiosi e difficili del cesenate, il Teatro Verdi, dove per 5 anni mi occupo del live durante la cena del venerdì, e saltuariamente il sabato. Ed è proprio grazie al Teatro Verdi che nascono i S.I.T. (Siamo In Tre), un trio di stampo pop/rock che offre l'alternativa all'aspetto tastierista/pianobaristico, e per distaccarsi totalmente, la formazione diventa di quelle più classiche: voce/basso (io), chitarra elettrica (Andrea Zammarchi) e batteria (Marco Ventrucci). Non so dove abbia imparato a suonare il basso e cantare contemporaneamente... dicono non sia facile e lo confermo, ma ci riesco! Un repertorio che strizza l'occhio al rock/new wave anni 80, ma che arriva alle hits di oggi, dai Duran Duran ai Muse, dai Dire Straits ai Green Day, e rockeggiamo di brutto!

Nel giro di alcuni anni faccio la conoscenza di diversi musicisti suonando coi SIT per locali, e, senza farla tanto lunga, dopo tanti anni di esperienza convoglio repertori e capacità in più progetti mirati, dando vita a tribute bands di artisti che porto nel cuore da sempre.

Quindi, in veste di tastierista/cantante con Stefano Zani alle chitarre, con cui già collaborai nel 2004, e con Luca Gardini al sassofono, do vita ai THE CRAZY DIAMONDS - A Small Pink Floyd Tribute; una serata dedicata interamente al repertorio Pinkfloydiano.

Con Marco Franchini alla chitarra ed Oriano Righi alla batteria ed io alla voce e basso, nasce un tributo dedicato al gruppo di Sting, Andy Summers & Stewart Copeland, ovvero The Police, e ci chiamiamo THE OUTLANDOS, ed abbiamo pure una pagina Facebook.

Suonando una sera coi SIT mi viene proposto di essere il front-man per un tributo ai Coldplay, gruppo che non mi dispiace affatto - tante sono le loro hits che eseguo nel mio repertorio pianobaristico -, e conoscendo già diversi brani, accetto, e nel 2013 decollano i PLAYCOLD con il susseguirsi di scambi di formazione, pause di riflessione, ma tuttora attivi più che mai.

Non è segreta la mia passione per i Depeche Mode ed il fatto che li suoni durante le mie serate in solo. Incontrando la stessa passione durante 4 chiacchiere con un gestore di un locale in cui mi trovavo per uno dei sopracitati progetti, nasce l'idea di fare una serata tutta DM, ma non da solo... parte subito l'idea di contattare Daniele Zandoli, chitarrista che aveva già suonato con me, ed in men che non si dica nasce il DUO FOR THE MASSES - an evening of Depeche Mode songs, due ore di musica dedicate alla band che porto nel cuore fin da quand'ero bambino.

Uno degli incontri più fortunati però, lo è con un musicista che se potessi lo metterei anche nel caffellatte: Andrea 'Andy G' Guerrini. Sorvolando sul modo in cui ci siamo incontrati, la cosa rilevante è ciò che nasce dall'incontro della mia voce e delle mie tastiere con le sue trombe e flicorno. Due sono i progetti che ci vedono assieme: SteSSidea (Musica Dal Mondo), dove spaziamo in qualsiasi artista, autore o genere, facendo l'occhiolino al jazz - un pop jazzato od un jazz poppato! - in due versioni: solamente con un piano elettrico, la voce ed i suoi ottoni, oppure con l'ausilio delle ritmiche della mia fedele Ketron.

L'altro progetto, di natura discografica, curo dal 2007, DIDASCALIS, lo vede a volte in veste di co-autore, a volte ospite ma sempre più parte integrante dal vivo, affiancato da altri musicisti collaboratori a seconda della situazione.

Vengo chiamato a rivestire il ruolo di “Guru Delle Tastiere” per l'edizione del Rockin1000 del 2017, mentre gestisco e creo altri progetti che non sto ad elencare.

QUINDI, tra il comporre musica, il suonarla dal vivo, il suonare brani di altri da solo o assieme a fantastici musicisti, in setlists miste o dedicate ad una band, io faccio il musicista.

Tutto questo, musicisti collaboratori inclusi, è alquanto richiesto nel mondo della musica da intrattenimento alle cerimonie... Matrimoni per intenderci! ...e sembra pure che le persone che ci hanno scelto come colonna sonora della 'LORO GIORNATA' siano pure entusiasti... 

Ma non lo dico io: è scritto qui a questo link! :-)

E per ora mi fermo qui con la BIO... se mi verrà voglia di aggiungere altri dettagli, o ricorderò qualcosa che mi sono dimenticato di scrivere, aggiornerò man mano!

Per ora, quel che vi serve di sapere è come faccio quel che faccio, e credo che nelle sezioni audio e video, si evinca in maniera palese!

Grazie per l'attenzione ^_^

DM

 

ENGLISH VERSION

Arm yourself with patience and a cup of tea ... there is enough to read ... ;-)

I was born in Cesena on August 10, 1973, and soon I developed an interest in music, which led my parents to enroll me at the Conservatory of Music B. Maderna where I studied oboe, graduating in 1993.

Meanwhile, I was interested in other instruments, which I then learned as self-taught, such as keyboard, acoustic guitar and bass.

In 1990 I started playing the 'piano-bar', a passion born by watching musicians playing in pubs.

I begin with a Roland E-5 playing all strictly live. Soon there came the backing tracks, the midi-files, but I have NEVER used it. The LIVE music has to be PLAYED, no bananas. But Roland had limits, which led me to switch to a fully programmable keyboard, the Solton MS5, a trademark that I carried on over the years (though it changed its name to Ketron, from the laboratories it's designed) til today, and with my keyboard I can really play everything, from Italian music to rock music ... I'm not mentioning artists' names I perform for too many they are ...

In 1996, playing a Depeche Mode song during an evening, I get acquainted with two guys, who will make me land, making me a singer of their project in the world of music without much luck, but this will give me the opportunity to make interesting knowledges.  

Countermove have a single and a videoclip that is really strong on the radio and on TMC2 (later MTV), Myself Free, but the album, ready to be released, will never see the light ...   However, as I said earlier, this experience led me to work for 5 years at the Altro Mondo Studios in Rimini, where I see the passage and make the knowledge of several DJs of the time (resident Luca Belloni, Tony H, Gianni Vancini, others I now don't remember, but) amongst all Gigi D'Agostino, with whom I collaborate with the role of singer and author / co-author of some songs. The studio experience really becomes a training that will become a treasure for what's to come.

While this all happens, I continue to play pubs, abandoning oboe :-(.

In 2006/7 I am lucky enough to be part of one of the most prestigious and difficult venues in Cesena, the Teatro Verdi, where I play live for five years during dinner on Fridays and occasionally on Saturdays. And it is thanks to the Teatro Verdi that SIT (We Are Three) born, a trio of pop/rock mold which offers the alternative aspect keyboardist/pianoman, and to totally differs, the line-up is the more classic: vocals / bass (me), electric guitar (Andrea Zammarchi) and drums (Marco Ventrucci). I do not know where I learned to play the bass and sing simultaneously ... they say it's not easy and I confirm it, but I can! A repertoire that blink the eye to rock / new wave 80's, reaching today's hits, from Duran Duran to Muse, from Dire Straits to Green Day, and we hardly rock!

Over the course of a few years I have been acquainted with several musicians playing with SIT for pubs, and to cut it short, after many years of experience I gather repertoires and capabilities in several targeted projects, creating tribute bands of artists that I keep in my heart from all time.

So, as a keyboardist / singer with Stefano Zani on guitars, with whom I have collaborated in 2004, and with Luca Gardini on saxophone, I give birth to THE CRAZY DIAMONDS - A Small Pink Floyd Tribute; an evening entirely dedicated to the Pinkfloydian repertoire.

With Marco Franchini on guitar and Oriano Righi on drums and me on voice and bass, takes shape a tribute to Sting, Andy Summers & Stewart Copeland's band, which was The Police, and calling the project THE Outlandos, and we also have a Facebook page.

Playing one night with SIT I've been asked to be the front-man for a tribute to Coldplay, a band I don't dislike at all - there are so many hits I play in my pianoman repertoire - and since I already know several tracks I accept, and in 2013 take off PLAYCOLD with the succession of members exchanges, pauses of reflection, but still more active than ever.

My passion for the Depeche Mode is not secret and the fact that I play them during my solo performances. Meeting the same passion during a chat with a manager of a pub I was in for one of the above-mentioned projects, the idea was to make an evening of all DM music, but not solo ... the idea of ​​contacting Daniele Zandoli , a guitar player who had already played with me, and in no time the DUO FOR THE MASSES - an evening of Depeche Mode songs  is born: two hours of music dedicated to the band that's in my heart since I was a child.

One of the luckiest meeting, however, is with a musician that if I could, I would put him in the coffee: Andy Andy G 'Guerrini. By surmounting the way we met, the main thing is what came out matching my voice and keyboards with its trumpets and flugelhorn. Two are the projects that we're involved: SteSSidea (Music From the World), where we span in any artist, author or genre, joking with a poppy jazz or jazzy pop! - in two versions: only with an electric piano, voice and brass, or with the help of my faithful Ketron rhythmic set.

The other project, of record type, since 2007, DIDASCALIS , sees him sometimes as co-author, sometimes guest but more and more an integral part during live performances, joined by other musicians collaborators depending on the situation.

I'm called to cover the role of "Keyboards Guru" for the 2017 Rockin1000 edition, while I manage and create other projects I'm not listing.

So, when composing music, playing it live, playing other songs alone or along with stunning musicians, in mixed setlists or dedicated to a band, I'm A musician.

All this, extra-musicians included, is pretty much required in the world of entertainment music for ceremonies ... Weddings to be understood! ... and it also seems that the people who chose us as the soundtrack of 'THEIR DAY' are also enthusiastic ...  

But I do not say it: it is written here at this link ! :-)

And for now I stop here with the BIO ... if I'm going to want to add more details, or I'll remember something I forgot to write, I'll just update it!

For now, what you need to know is how to do what I do, and I believe that in the audio and video sections, it is evident in the obvious!

Thanks for reading! ^_^

DM